Siete quiLiberazione della città:10 aprile 1945

Liberazione della città:10 aprile 1945


Da admin- Scritto il 30 ottobre 2010

Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 in queste terre colpite dalla guerra, da una dura occupazione tedesca, con condizioni di vita sempre più difficili, si sviluppò un’intensa resistenza, armata e civile, che è valsa alla Provincia di Massa-Carrara la medaglia d’oro al valor militare e al Comune di Massa la medaglia d’oro al merito civile. In memoria, il Comune e l’Unione Europea questi sentieri ricostruirono.

Soldati americani  in Via PradoSoldati americani in Via PradoIl 5 aprile 1945 alle prime luci dell'alba, dopo un intenso cannoneggiamento, gli Alleati iniziarono l'offensiva finale contro il segmento occidentale della 'linea Gotica', a Montignoso, nel settore del Monte Carchio. Le truppe Nippo-Americane (i Nisei) erano guidate dai partigiani dei Patrioti Apuani che ben conoscevano i sentieri della montagna. Fu una battaglia cruenta: i tedeschi resistettero sulle loro posizioni sul Monte Folgorito, perdendo un centinaio di uomini; l'8 e 9 aprile la battaglia, condotta insieme dagli americani del 442° Gruppo di combattimento reggimentale statunitense e dai Patrioti Apuani, investì il monte Belvedere, costringendo i tedeschi a ritirarsi, e liberando nella giornata del 9 Antona, Forno, Altagnana e Pariana.

La mattina del 10 Massa venne liberata, non senza che i partigiani pagassero, insieme ai soldati alleati, un ulteriore contributo di sangue per quella ultima battaglia. In quella stessa giornata Arnaldo Pegollo viene colpito a morte, davanti a Palazzo Ducale, dal fuoco tedesco: ebbe così fine per la città un periodo tragico: guerra, fame, bombardamenti, occupazione tedesca, violenze contro i civili. La città era stata forzatamente evacuata da metà settembre 1944, bombardata dal maggio 1944 al marzo 1945; molte le stragi di civili, a Forno il 13 giugno 1944, a Guadine il 24 agosto, in varie località di Massa il 10 settembre, alle Fosse del Frigido, il 16 settembre.

Non fu tuttavia soltanto un periodo di paura, dolore e rassegnazione: si manifestò anche la reazione attiva delle persone, attraverso la lotta dei partigiani contro il fascismo e l'occupazione tedesca, con 5 medaglie d'oro ed una d'argento a combattenti caduti, l'opposizione dei civili ai duri ordini dei tedeschi, il coraggio delle donne massesi nella ricerca del cibo e nel sostegno espresso alla lotta partigiana. Il Comune di Massa per il comportamento della sua popolazione ha ricevuto la medaglia d'Oro al Merito civile, conferita il 1° febbraio 2006.

English VersionEnglish Version

Copyright © I sentieri della Memoria- Tutti i diritti riservati

Europe for citizens

Distretto polacco di Nowy Sacz

PhotoGallery

VideoGallery

Downloads

Accessi e statistiche

Browsers compatibili